Cambio Hosting italiano, come mantenere il posizionamento

Se siete dei webmaster e siete in procinto di cambiare il vostro italiano vi starete chiedendo come mantenere il posizionamento. Possiamo dirvi che cambiare il nome al proprio dominio mantenendo anche il posizionamento su google è possibile ma bisogna seguire alcuni passaggi che sono davvero molto importanti.

In questo articolo proveremo a darvi alcune informazioni su come mantenere il vostro posizionamento dopo un cambio di dominio. Il tutto avverrà tramite le ridirezioni, funzionalità di webmastertool e la sitemap. Una delle prime cose che bisogna fare è quella di chiedersi se si è sicuri di voler cambiare il nome del proprio sito, questa è considerata una delle scelte più importanti in materia di SEO. Come già saprai all’interno del motore di ricerca google ogni pagina del nostro sito ha un determinato posizionamento che avviene grazie alle visite degli utenti, ai link in entrata e tanti altri fattori. Per far salire una pagina in google c’è bisogno di fare un lavoro duro e molto impegnativo. Ovviamente oggi grazie ai moltissimi strumenti è possibile segnalare a google che una determinata pagina deve essere indirizzata ad un altra. Ovviamente come in ogni manovra online anche in questo caso ci potrebbe essere il caso che la nostra pagina perda qualche posizione e in quel caso non potremmo farci nulla o poco. L’unica cosa che potremmo fare è quella di lavorare nuovamente sulla parte seo della pagina.

Nel caso vogliamo cambiare il nostro hosting italiano vi consigliamo di dare uno sguardo a questa lista migliori hosting italiani. Una delle cose davvero molto importanti è quella che la struttura dei tuoi permalink sia ugale a quella del tuo vecchio sito. Prima di procedere è bene effettuare un bekup del sito sul nuovo dominio e verifica anche il link in entrata al tuo sito. I link in entrata sono davvero molto importanti. Per fare tutto questo ci basterà accedere a google webmaster tool. Un altra cosa davvero fondamentale è quella di creare indirizzamenti 301 che permetteranno di indirizzare i tuoi utenti dalle vecchie pagine alle nuove. Per creare le ridirezioni bisognerà lavorare direttamente sul file .htacces.

Un altra cosa fondamentale è quella di creare una sitemap sia del vecchio sito che di quello nuovo. L’invio della sitemap può avvenire sempre grazie allo strumento webmastertool. Dopo aver effettuato questi passaggi potrai finalmente avere il tuo nuovo hosting e se tutti i passaggi sono stati effettuati in maniera corretta non perderai nel 90% dei casi alcuna posizione. Al momento questo articolo è terminato, speriamo inoltre che sia stato utile ai tuoi scopi informativi. Non appena ci saranno ulteriori informazioni vi aggiorneremo su questo sito.