Come capire se abbiamo un problema ai reni, i sintomi da tenere sotto occhio

Le malattie renali progrediscono lentamente e silenziosamente. Pertanto bisogna stare attenti ai segnali dell’organismo che possono farci notare che i reni iniziano ad avere qualche problema. Per aiutarti, leggi attentamente le seguenti domande. Se rispondi positivamente alla maggior parte di esse, rivolgiti al tuo medico.

Hai notato variazioni nelle urine? Se hai la sensazione di non svuotare bene la vescica quando vai in bagno o senti pressione nella zona, ti alzi varie volte di notte per fare pipì ma non riesci a farla o ne fai poca, può essere un segnale di malfunzionamento dei reni. Anche il solo colore può già dare delle indicazioni: le urine molto scure o con tracce di sangue sono indicative di un’infezione delle vie urinarie, di calcoli renali o di insufficienza renale, perché i vasi sanguigni renali sono in sofferenza. Un aspetto spumoso corrisponde alla presenza di proteine nelle urine.

Ti senti stanca senza motivo apparente con presenza di mal di testa? Abbiamo già detto che i reni sono i responsabili della stimolazione del midollo osseo perché produca globuli rossi, a loro volta responsabili del trasporto di ossigeno polmonare a tutto l’organismo. Quando, però, l’ossigeno non arriva a causa di un calo della produzione di globuli rossi, è normale che tu ti senta stanca.

Ti senti debilitata e hai i brividi? La causa può essere anche una disfunzione renale, perché un basso livello dei globuli rossi non solo provoca stanchezza e debilitazione, ma fa anche sì che ti senta affaticata o ti vengano i brividi nonostante non faccia freddo. Il principale lavoro dei reni è quello di eliminare le scorie del sangue. Quando la loro funzione diminuisce o non è efficiente come dovrebbe, le scorie finiscono per accumularsi nel sangue (specialmente urea, creatinina, fosforo e potassio) fino ad arrivare a livelli pericolosi per la salute. È quello che si denomina sindrome uremica o uremia. Dà nausea, vomito, mal di testa e scarso appetito.

Ti alzi con le borse sotto gli occhi? I reni sono i responsabili del mantenimento dell’equilibrio dei liquidi presenti nell’organismo. Pertanto, quando bevi molto, producono urine a sufficienza perché questi liquidi non si accumulino in eccesso. Se, però, la funzione di questi organi diminuisce, riducono la produzione di urina. Risultato: l’organismo trattiene una maggiore quantità di liquidi, per cui noti le
caviglie più gonfie del solito, senti che le scarpe ti vanno strette, ti alzi la mattina con le borse sotto gli occhi.

Hai sensazione di soffocamento? La ritenzione di liquidi può far sì che questi si accumulino anche a livello polmonare, dando luogo a sensazione di soffocamento o mancanza d’aria. Inoltre si prova
tale sensazione anche nel caso in cui l’ossigeno non arrivi bene a tutte le parti del corpo, a causa di una carenza di globuli rossi.