Gli sport per combattere la cellulite

La cellulite è un nemico che accomuna tutte le donne, dalle più magre a quelle più in carne e non conosce limiti d’età. Alcuni soggetti sono predisposti geneticamente a soffrirne maggiormente ma in generale il problema interessa tutte.

La cellulite, deriva da un malfunzionamento dell’ipoderma, che si trova al di sotto della cute. Il suo funzionamento è legato al bilancio calorico e va a costituire delle riserve di energia. L’ipoderma, inizia a non funzionare correttamente quando, per cause legate all’alimentazione, all’età, alla costituzione del soggetto, provocano delle disfunzioni alla base della microcircolazione del tessuto adiposo che forma l’epiderma, dando vita cosi ai caratteristici rigonfiamenti ed alla pelle a buccia d’arancia che caratterizzano gli inestetismi della cellulite. Ma quali sono i metodi e le vie praticabili per combattere i fastidiosi inestetismi della cellulite? Per prima cosa bisogna seguire una dieta povera di sale e zuccheri e bere quotidianamente molta acqua, circa otto bicchieri al giorno.

Ma il grande alleato per combattere la cellulite è certamente praticare attività fisica regolarmente, almeno tre volta a settimana. Questo perché praticare sport, permette all’organismo di bruciare gran parte dei grassi assimilati tramite l’alimentazione e riattiva la circolazione. Rende i muscoli più tonici che così facendo, vanno a consumare il tessuto adiposo asciugandolo. Ma quali sono gli sport adatti a combattere la cellulite? Non tutte le attività fisiche sono adatte a contrastare la cellulite ma alcune, al contrario, la possono favorire. Vediamo assieme quali sono, gli sport più efficaci.

– Acquagym: i benefici dell’acquagym per combattere la cellulite, sono molteplici. Rappresenta una delle attività più indicate per aggredire gli inestetismi perché va ad agire sui cuscinetti di grasso, effettuando una sorta di massaggio attraverso il movimento dell’acqua e quindi stimola una corretta microcircolazione. L’unico aspetto contrario all’acquagym, è che consiste in un’attivitò aerobica troppo leggera.

– Il nuoto: anche questo tipo di attività può contrastare in maniera efficace la cellulite. Nuotando a ritmo sostenuto e con un pò d’impegno, si possono consumare dalle 200 alle 500 calorie per sessione d’allenamento. Risulta essere uno sport adatto anche per persone in sovrappeso, questo perché in acqua, il peso del corpo si riduce di circa l’80%.

Col nuoto riusciremo a stimolare ogni parte del corpo contemporaneamente. Inoltre come per l’acquagym, l’acqua andrà a sollecitare il sistema circolatorio attraverso un massaggio continuo sulle parti del corpo interessate dagli inestetismi.

E’ bene partire con almeno due sedute d’ allenamento settimanali di mezz’ora per poi andare ad aumentare gradualmente l’intensità e la durata dell’allenamento nel tempo. Per impattare maggiormente sulla cellulite, risulta essere molto utile utilizzare delle mini pinne durante la seduta di nuoto. Il lavoro sarà più intenso e gli effetti benefici saranno più veloci ed efficaci. In piscina sono consentite solo le mini pinne, se invece si ha la possibilità di nuotare a mare vanno bene anche delle normalissime pinne.

– L’acquabiking: consiste essenzialmente nell’effettuare lo spinning in acqua. E’ un’attività molto intensa grazie alla quale è possibile rassodare glutei, gambe e braccia e che permette di ottenere risultati sorprendenti e molto rapidi. Tre sedute d’allenamento settimanali, assicurano un’efficace veloce e garantita. E’ particolarmente indicato per i soggetti che tendono ad accumulare grasso nella parte bassa del corpo o che hanno problemi di circolazione.

– Camminata a passo veloce: un’attività alla portata di tutti e che può essere svolta in qualsiasi momento della giornata, come andando a lavoro o a scuola. Camminare a passo sostenuto, fa registrare numerosi benefici per l’organismo, come l’accelerazione del metabolismo. Può risultare molto utile munirsi di un pratico contapassi in modo tale da monitorare quotidianamente l’attività svolta, la distanza e le relative calorie consumate.

– Camminata nordica: conosciuta anche col nome di nord walking, consiste in una camminata abbinata all’uso di bastoni. Quest’attività, oltre a far consumare una grande quantità di calorie, è in grado di tonificare tutto il corpo e di distendere spalle e collo. E’ consigliabile iniziare con almeno due sedute settimanali di circa quarantacinque minuti.

Il piano d’allenamento ideale per contrastare la cellulite prevederebbe circa tre sedute settimanali d’allenamento muscolare con esercizi come squat, affondi e sollevamenti, affiancato da un paio di sessione d’allenamento aerobico che può consistere in una corsa di mezz’ora o in una camminata a ritmo sostenuto. L’attività aerobica, permetterà all’organismo di perdere peso mentre l’attività muscolare farà in modo di rassodare e tonificare i muscoli di tutto il corpo.

Un tipo di attività fisica in grado di unire lavoro muscolare e lavoro aerobico, è il crossfitt, che risulta essere un vero toccasana per combattere la cellulite. Il crossfitt, è un’allenamento molto versatile che alterna esercizi provenienti da molte discipline come il sollevamento pesi e l’aerobica. Con un pò di sacrifici, il giusto impegno e tanta costanza negli allenamenti, è possibile ottenere una silhouette tonica e una sorprendente riduzione degli inestetismi della cellulite.

E’ uno sport alla portata di tutti, anche di chi non ha mai praticato attività fisica in tutta la sua vita. A prescindere da quale sport decidiate di praticare, per contrastare la cellulite l’imperativo e muoversi.